lunedì 27 marzo 2017

Don De Lillo

 
Le prime righe di Body Art di De Lillo.   Pochi hanno il dono di racchiudere tanta forza in così poche parole. Basterebbero anche solo le prime: "Il tempo sembra passare. Il mondo accade..." per avere di che riflettere.
De Lillo è uno scrittore che sa farti pensare tanto al significato di vita e di morte. Senso della vita e paura della morte. Paura della vita e senso della morte.

venerdì 17 marzo 2017

meriti e demeriti...

Prendi un gruppo di persone, lavoratori o studenti. Diciamo dieci individui. Decidi di dare un premio ai migliori, a chi lavora meglio, a chi studia di più, a chi dimostra educazione e rispetto. Dovrai adottare un metro ferreo di giudizio per stabilire chi è meritevole del premio. Dovrai avere un metodo insindacabile per scegliere i premiati. O non sarai credibile. E dovrai premiare chi eccelle, chi merita. Se due persone verranno premiate su dieci, riceveranno anche la stima dei colleghi. Se cinque persone verranno premiate su dieci si creerà una divisione e i criteri di inclusione/esclusione dal premio verranno messi in discussione. Se premierai sette persone su dieci non si tratterà più di un premio ai migliori ma di una punizione inflitta agli esclusi.

martedì 28 febbraio 2017

Life is just an image

La vita è un'immagine e, per cambiarla, non devo fare altro che immaginarla diversamente. (P.K.Dick)

mercoledì 1 febbraio 2017

La vita è breve

"La vita è breve come un sogno e consumarla tutta facendo solo cose che non ci piacciono è pura follia."
(vecchio Samurai)

lunedì 30 gennaio 2017

...pulse

Un disco che mi riporta alla memoria il concerto dei Pink che ho avuto la fortuna di vedere prima che smettessero per sempre di suonare assieme. Struggente, liquido, evocativo, intenso...

mercoledì 18 gennaio 2017

...buttare via

Al mondo non c'è quasi nulla che non si possa buttare via. Anzi, forse si può dire che non c'è assolutamente nulla.
(Murakami Aruki)

giovedì 12 gennaio 2017

Eclipse


mercoledì 11 gennaio 2017

Delitto e Castigo

A tutto si abitua quel vigliacco che è l'uomo!

La sofferenza, il dolore sono l'inevitabile dovere di una coscienza generosa e d'un cuore profondo.

La libertà illimitata e arbitraria si autonega. O non sopporta se stessa, consegnandosi alla legge, oppure si dissolve in uno stato di noia e di indifferenza autodistruttiva, culminando nel suicidio.

Gli uomini veramente grandi mi pare che debbano provare in questo mondo una gran tristezza.

Fëdor Dostoevskij (Delitto e Castigo)

lunedì 12 dicembre 2016

Castigo

Per me un periodo buio. Da tempo ho questo tomo nel "mucchio" dei libri da leggere. Credo che ora sia il momento giusto.

mercoledì 7 dicembre 2016